News Archivi - Pagina 3 di 3 - Dimagrire con Piacere

1-Carote-le-radici-dalle-mille-proprietà-benefiche-.jpg

22 Novembre 2017

Estremamente versatili in cucina e disponibili quasi ovunque nel mondo, le carote sono consumate da secoli. Gli storici ritengono che le carote siano state coltivate addirittura dagli antichi Greci e Romani; la cosa fa un po’ effetto se pensiamo che oggi per noi tutti siano diventate un alimento così basilare per la nostra alimentazione e che spesso diamo per scontato. Ma se sono state introdotte così tanti anni fa, ci sarà una ragione, no? Andiamo insieme a scoprire quali sono le proprietà di questo ortaggio.

Quali sono le caratteristiche delle carote?

Per cominciare, le carote appartengono alla famiglia delle Apiaceae, diffusa in tutto il globo, ma presente spontaneamente in Europa, in Asia e nell’Africa del Nord. Generalmente ci riferiamo alla carota come solo alla parte edibile, ovvero la radice, senza tenere in considerazione il fusto, le foglie e l’infiorescenza. Tuttavia la caratteristica che maggiormente spicca di quest’ortaggio è il suo colore più comune, l’arancione, nonostante in natura siano presenti differenti colorazioni, quali il nero, il giallo o il bianco. In cucina, come anticipato, la carota è utilizzabile in qualsiasi tipo di preparazione: a partire dalle zuppe, per poi passare alle insalate e finire agli antipasti, serviti in sfiziosi bastoncini crudi finger food. Le carote possono essere affettate, grattugiate, tagliate alla julienne, ridotte in purea, oppure fritte. Come se non bastasse vantano un lista incredibilmente lunga di benefici per la salute. Vediamoli insieme.

I benefici delle carote per la salute

Non è un caso che carotene assomigli così tanto a carota. ll termine fu infatti coniato all’inizio del XIX secolo da uno scienziato tedesco, dopo aver condotto degli esperimenti sulla carota. Il beta-carotene è infatti uno delle centinaia di carotenoidi, presenti in abbondanza in frutta e verdura. Quando i nostri bimbi ci domandano se le carote siano veramente così buone per la vista, come insegna la tradizione popolare, non possiamo che rispondere affermativamente, vista l’elevata presenza di vitamina A, nutriente essenziale al primo dei nostri sensi. Tale vitamina non è prodotta naturalmente dal nostro corpo e deve essere quindi introdotta nell’organismo attraverso la dieta. Dunque la carota si rivela un’ottima alleata per svolgere questo compito. Inoltre recenti studi hanno dimostrato che il calcio, il fosforo e il magnesio presenti nelle carote aiutano a costruire ossa robuste e sviluppare un sano sistema nervoso. In particolare, uno studio della Facoltà di medicina e scienze della salute, dell’Università di East Anglia – Regno Unito, ha dimostrato che l’assunzione di carotenoidi alimentari è rilevante per la salute delle ossa negli uomini e nelle donne. Le associazioni con lo stato di densità ossea e il rischio di frattura esistono per l’assunzione di carotenoidi specifici e le loro concentrazioni plasmatiche. Per questo il mio consiglio è quello di tenere in considerazione queste informazioni e ricordarci di quanto sia importante per il nostro organismo il consumo di carote (meglio se crude).

Che aspettate dunque? Iniziate a sbizzarrirvi in cucina!


dimagrire-con-piacere-tutti-i-vero-e-falso.jpg

6 Ottobre 2017

Siete appassionati di quiz? Io sì, anche quando le risposte non sono un gioco perché riguardano la nostra salute e il nostro benessere. Ci sono tante convinzioni errate riguardanti le scelte da fare e le diete da seguire per dimagrire, ma molte volte in rete si leggono vere e proprie bufale. Per perdere peso in modo corretto e rispettoso del nostro organismo è bene non improvvisarsi maghi delle diete, ma seguire un percorso studiato su di noi con obiettivi reali, possibili da raggiungere e mantenere nel tempo. Per sgomberare il campo da falsi miti, vediamo insieme quali sono le falsità più diffuse sulle diete dimagranti.

E’ sufficiente mangiare pochissimo per dimagrire? Falso

Una dieta equilibrata, capace di regalarci benefici duraturi, deve essere regolare. Alcune decisioni fai-da-te possono infatti allontanarci dal nostro obiettivo.
Se saltiamo pasti, mangiamo velocemente, facciamo spunti fuori orario o eliminiamo la prima colazione in realtà poniamo un freno al nostro dimagrimento andando a causare difficoltà digestive o irregolarità intestinali. Anche alcune buone abitudini, come mangiare frutta e verdura, se portate all’eccesso sono controproducenti.

Basta fare un po’ di sport per restare in forma? Falso

Un’attività fisica regolare contribuisce in modo importante a un buono stile di vita. Cibo e sport però devono andare insieme, uno non può sostituire l’altro.
Per fare sport occorre avere la giusta energia. Lo sport inoltre contribuisce ad aumentare la massa magra, oltre che a bruciare i grassi: ciò significa avere un migliore metabolismo e poter mangiare un po’ di più senza ingrassare.

Eliminare i grassi è la regola d’oro per dimagrire? Falso

I grassi non vanno eliminati, ma adeguati a quello che è il fabbisogno di ciascun individuo. La regola d’oro è questa: un grammo di proteine per kg di peso corporeo, 25-30% di grassi, 50-60% di carboidrati. Questo è il modo migliore per perdere peso e mantenere i risultati raggiunti. Se andiamo unicamente a ridurre o eliminare i grassi, in realtà, ci creiamo da soli alcuni problemi, come l’incapacità di assorbire le vitamine liposolubili, A, D, E e K, un vero toccasana per ossa, occhi, pelle e coagulazione.

Aiuta fare una dieta drastica per perdere peso? Falso

Dopo un primo dimagrimento, il nostro corpo si ribella a diete drastiche ed eccessive. Il nostro organismo impara a difendersi riducendo il metabolismo creando una situazione nel lungo tempo pericolosa.


le-proprietà-segrete-dei-legumi.jpg

22 Luglio 2015

Fave, lenticchie, piselli, cicerchie, ceci e fagioli: lo sapete cosa hanno in comune tutti questi legumi? Sono alleati preziosi della nostra salute grazie alle loro proprietà naturali che possono darci una mano concreta a tenere a bada il colesterolo alto e a ridurre il rischio alcuni tipi di cancro.

Li troviamo in diverse forme e in vari periodi dell’anno: a maggio è tempo di piselli e fave, in estate ceci, lenticchie e alcune varietà di fagioli sono disponibili freschi. Durante il resto dell’anno questi legumi si trovano sempre conservati in forma essiccata a temperatura ambiente o in barattolo con l’aggiunta di un liquido di cottura e di governo.

La funzione energetica dei legumi è conosciuta da sempre, anche se è molto variabile a seconda della tipologia.

Si passa dai 0 kcal/100g delle fave, decisamente ipocaloriche, alle 115 kcal/100g dei lupini. L’apporto energetico dei legumi deriva dai carboidrati: anche dopo un’eventuale cottura l’indice glicemico è moderato. Un terzo delle kcal totali dei legumi è rappresentato dalle proteine. Per quanto riguarda i (pochi) grassi presenti, invece, si tratta di lipidi polinsaturi, i migliori di tutti. Grande rilevanza hanno i sali minerali che troviamo nei legumi: fosforo, potassio e ferro sono presenti in buone quantità, per questo motivo per le donne in dolce attesa i legumi sono un buon alimento con cui compensare la biodisponibilità di questi importanti minerali. Le vitamine presenti nei legumi sono infine l’acido folico e biotina (vit. H), la tiamina (B1) e la niacina (PP).

Grazie all’assunzione di legumi si riesce a ridurre l’assorbimento del colesterolo attraverso l’azione chelante delle saponine (glicosidi) e delle lectina sulle molecole grasse esogene ed endogene.

Riassumendo, infine, i legumi sono indicati per chi ha necessità di ridurre la glicemia, chi soffre di stitichezza, per chi deve curare dislipidemie e vuole prevenire l’insorgere del tumore al colon.



Dimagrire con piacere P.iva 00481260206 ©
2017 All Rights Reserved designed by Yucca Design

Privacy Policy

CONTATTI

Via Corrado, 45 46100 Mantova
Telefono: 339.1164611

Hesperia – Palazzo Alpi Mantova
Telefono: 0376.220931

Ostiglia e Rivalta
Telefono: 339.1164611

Email: adriana.forapani@libero.it

Newsletter